Ultimo aggiornamento: 22-08-2017 - 20:53
Mercoledì 23 Agosto 2017

Domeniche in musica a Palazzo Blu

Lo stile tardo in musica e le esibizioni dei giovani talenti

Pisa - dal 20/11/2016 al 14/05/2017

Tornano le domeniche in musica di Palazzo Blu, con un ricco calendario di appuntamenti organizzato dalla Fondazione Palazzo Blu insieme alla Fondazione Area e all'Accademia Stefano Strata. Due sono i temi di questa stagione: da una parte lo stile tardo in musica, dall'altro i concerto dei giovani musicisti per promuovere i talenti nascenti

Lo stile tardo in musica - A proposito dell’ultima produzione di alcuni grandi compositori. Lo scopo principale degli incontri di Domenica in musica, giunti alla terza stagione, è quello di promuovere un ascolto più consapevole della musica attraverso il commento dei brani eseguiti durante i concerti e la proposta di percorsi tematici omogenei che permettano di approfondire gli argomenti anche da un punto di vista storico e teorico generale. Il ciclo di quest'anno verte sul tema dello stile tardo in musica. Con "stile tardo" s'intende l'ultima fase della produzione d'un artista che si distingue stilisticamente dalle fasi precedenti, discostandosi non di rado dalle tendenze predominanti della società e della musica del tempo. Paradigmatico il caso di Beethoven: per le opere dell'ultimo periodo, che riuscirono per lo più incomprensibili ai contemporanei, si è parlato addirittura di un isolamento intransigente; in esse il "pensiero della morte" - da non intendere in chiave semplicemente psicologica - si manifesterebbe nelle stesse strutture costitutive del discorso musicale (Adorno). Alcuni tratti individuati nell'ultimo Beethoven si possono rintracciare anche nella produ-zione tarda di altri importanti compositori a partire da Bach fino al Novecento. Lo sguardo rivolto al passato e l'attaccamento alle tecniche compositive della tradizione si ritrovano, ad esempio, nella fase conclusiva della carriera artistica di Johann Sebastian Bach e di Richard Strauss; la disgregazione delle forme, il recupero del contrappunto e la stravaganza dell'armonia contraddistinguono molte opere scritte da Chopin a partire dal 1839, mentre le novità armoniche diventano radicali nelle composizioni dell'ultimo ventennio di Liszt, che sorprendono anche per l'estrema semplificazione della forma e per l'economia dei mezzi espressivi. Il percorso proposto offre l'opportunità di approfondire la conoscenza di alcuni capolavori della storia della musica che ancor oggi risultano "difficili" da ascoltare e  perciò meno accattivanti di altri. Allo stesso tempo l'adozione di un parametro di lettura unitario permette di sviluppare in maniera efficace il confronto tra opere e autori diversi; le principali epoche della storia della musica vi sono parimenti rappresentate, dal Barocco della prima metà del Settecento all'età del Classicismo, dal pieno al tardo Romanticismo, fino a toccare, con la controversa figura di Richard Strauss, un nodo cruciale della musica novecentesca. L'unità tematica del percorso nulla toglie d'altra parte alla varietà e alla ricchezza dei programmi eseguiti nei singoli concerti: per evidenziare infatti le differenze tra lo stile tardo e quello della produzione precedente dello stesso compositore verranno accostati brani dell'ultimo periodo creativo ad altri appartenenti agli anni della giovinezza o della maturità.

I concerti dell’Accademia di musica Stefano Strata - L’accademia musicale “Stefano Strata” torna a Palazzo Blu con tre doppi concerti dedicati a giovani talenti che si sono perfezionati nelle sue Masterclass di violino, pianoforte, chitarra e musica da camera. Particolarmente impegnata a valorizzare i giovani artisti di musica classica, l’Accademia Strata ha trovato in Palazzo Blu la collaborazione ideale per promuovere i nuovi concertisti della nostra città e del resto d’Italia.

Domenica 20 novembre, accademia Strata - Luigi Traino, Pianoforte eseguirà F. Chopin. Il duo PEC Milo Vannelli, sax - Susanna Pagano, pianoforte: P. Itturalde - T. Yoshimatsu - G. Fitkin - J. Matitia. Luigi Traino ha 16 anni. Inizia a studiare pianoforte all'età di 10 anni con la Prof. Patrizia Minuti con la quale sta continuando gli studi presso l'Accademia Musi-cale Stefano Strata. Nel Settembre 2015 è stato ammesso alla prestigiosa Accademia Pianistica di Imola sotto la guida del M° Risaliti. Ha vinto tre borse di studio dell'Accademia Musicale Stefano Strata, due come miglior allievo della scuola e una come miglior allievo della Masterclass del M° Giampiero Semeraro

Domenica 4 dicembre, stile tardo in musica - Marco Grondona "A Late Quartet", lezione introduttiva al ciclo “Domenica in musica 3”

Domenica 15 gennaio, stile tardo in musica - Pietro Rigacci, pianoforte: L. van Beethoven. Introduce Milli Russo

Domenica 5 febbraio, stile tardo in musica - Giovanni Gronchi, pianoforte: F. Chopin. Introduce Francesco Giuntini

Domenica 12 febbraio, stile tardo in musica - Il Rossignolo, su strumenti originali: J.S. Bach. Introduce Francesco Giuntini

Domenica 5 marzo, stile tardo in musica - Vincenzo Maxia, pianoforte: F.  Liszt. Introduce Milli Russo

Domenica 19 marzo, stile tardo in musica - Monica Benvenuti, soprano - Giuseppe Bruno, pianoforte: R. Strauss. introduce Marco Grondona

Domenica 9 aprile, accademia Strata - Jonathan Ferrucci, pianoforte: I. Albeniz - M. Ravel. Elettra Gallini, violoncello - Ivano Chiarotti, pianoforte: S. Rachmaninov

Domenica 14 maggio, accademia Strata - Lucilla Mariotti, violino: W.A. Mozart - N. Paganini. Performance del Vincitore della Borsa di Studio “Roberto Borghini” della Masterclass di chitarra

Accade in città

Marenia Non solo mare

dal 17/06/2017 al 03/09/2017
Tutti gli appuntamenti sul litorale per l'estate 2017

Marina Slow 2017

dal 21/08/2017 al 27/08/2017
Dialoghi nel mediterraneo

Il cinema all'aperto allo Scotto

dal 01/08/2017 al 31/08/2017
Un mese di proiezioni sotto le stelle. Il programma

As light through fog

dal 14/07/2017 al 15/10/2017
L'installazione di Richard Nonas alla Chiesa della Spina

Ultime notizie da...