Ultimo aggiornamento: 23-05-2017 - 01:01
Martedì 23 Maggio 2017

Teatro delle sfide di Bientina

La rassegna 2016/2017

Pisa - dal 10/12/2016 al 27/05/2017

Il Teatro delle sfide di Bientina è da 11 anni un isola allegra e profonda dove stare bene. Uno spazio dove vivono in armonia una sana laicità, comicità intelligente, emozioni, dubbi. In breve, siete entrati in contatto con uno spazio in odore di umanità che rifugge i pallosi, sfotte demagogie e populismi e semina speranze. Io personalmente vorrei fuggire lontano da troppo tempo, affidare all'idea di fuga la possibilità di salvarsi da queste paludi... poi troppi sono i  volti che non voglio perdere e resto, forse rimando. Beh, questo teatro è un ottimo luogo dove nascondersi per qualche sera in compagnia di grandissimi artisti, esempi alti e benauguranti di come si possa rimanere se stessi e buttarsi in scorribande poetiche per il mondo e magari migliorarlo. A ben vedere la cultura (tolte le ridondanze e la boria degli acculturati) è sempre stata il migliore compagno di viaggio per chi non si fa saziare dal quotidiano.  Questo anno, ancora più di sempre, avremo l'onore di ospitare persone a cui voglio molto bene, che stimo infinitamente e che non vedo l'ora di farvi incontrare e che spero sosteniate con forza. Sono tutti piccoli miglioratori del mondo.

Ecco le sfide d'annata (come da tradizione dividiamo la programmazione per idee da cavalcare). Comici da 5 lustri, selezione di artisti che si sono presi l'impegno di far ridere da più di 25 anni ( e ci riescono benissimo): Paolo Migone, Cinzia Leone, Katia Beni, Anna Meacci, Walter Leonardi, i matti della Brigata dei Dottori. 1000 strade di musica: la musica conosce le vie più brevi per il cuore e  sono molte, questo anno troverete percorsi diversissimi. Platinette e Grazia di Michele con la loro dolcezza ed intelligenza, Novi con il suo primo album da solista, un viaggio lirico intorno a Rossini, uno su Gaber e Iannacci, uno su Pierangelo Bertoli ed i cantautori emergenti e molto ancora. Comicità & Storie, spettacoli di compagnie ed artisti premiatissimi ed acclamatissimi. La grande comicità al servizio del raccontare storie. Goretti, Sacchi di Sabbia, Scenica Frammenti, Mascagni, Andre' Casaca, Beppe Rosso. Prime volte, ovvero progetti in prima nazionale e mai visti come Dark Blue Monday, Romeo e Giulietta stanno Bene, la serata speciale di fine anno. Bambini 1-99 sei appuntamenti per stupirsi e sognare, dai burattini alla grande Magia. Prendetevi un po' di tempo per star bene.

 Andrea Kaemmerle


Sabato 10 dicembre ore 21.30 - I Gatti Mèzzi e Paolo Migone  presentano Doveeri. Con  Paolo Migone, Francesco Bottai, Tommaso Novi. Una nuovissima produzione di Guascone Teatro con Paolo Migone ed i Gatti Mezzi. In scena tre miti assoluti dell'ironia in salsa toscana. Uno spettacolo molto comico sui doveri, la necessità di stare all'interno di una società impazzita e la voglia di fuggire in luoghi selvaggi e primitivi: e proprio in questi luoghi, i tre toscani si ritrovano, fuggiti, d’ istinto, tant’ è che nessuno dei tre sa che l’ atro è fuggito. Come in tutte le produzioni della compagnia, si cerca di fondere linguaggi ed indoli molto diversi per costruire percorsi di drammaturgia semplici e nuovi. Il talento di un genio indiscusso come Paolo Migone, viene qui accerchiato dalla scoppiettante allegrezza de I Gatti Mèzzi. Ne vedremo delle belle! Ne ascolteremo delle Belle! Se gli ingredienti si sommano siamo a posto, se dovessero moltiplicarsi allora sarà meraviglia e risate. (Comici da 5 lustri). 15 euro intero – 13 euro ridotto

Lunedì 26 dicembre ore 17 - Luca Regina in Luca Regina Showman. Con Luca Regina. Lo showman di fama ed esperienza internazionale Luca Regina è il protagonista del primo appuntamento dedicato alle famiglie.  Assisterete ad un  One Man Show esplosivo , con le gag più esilaranti e gli effetti magici più deliranti mai visti su un palcoscenico. Magia, giocoleria, equilibrismo e per  sorprendere e far ridere il pubblico che verrà coinvolto sul palco, per un giorno di festa davvero emozionante ed originale. 10 euro intero – 8 euro ridotto – 4 bambini. Bambini 1-99

Sabato 31 dicembre - Un anno vissuto pericolosamente. Trucchi e facili soluzioni per vivere al di sopra delle proprie possibilità. Di e con Michele Crestacci. Musica dal vivo di Giulia Pratelli. Nell'accoglientissimo teatro di Bientina ancora riecheggiano le risate degli scorsi festeggiamenti di San Silvestro. Questo anno arriva un comico strepitoso, conosciuto al popolo di Utopia del Buongusto ed ancora un po troppo poco al resto del mondo. Michele Crestacci è un fuoriclasse un comico che ha nelle sue corde i geni della comicità abrasiva ed immediata, popolare ma anche raffinata e sottile. Un attore  preparatissimo ed istintivo, capace ogni volta di conquistare il pubblico e di accompagnarlo in un percorso verso il surreale. I grandi comici toscani garantiscono per lui. È stato un anno vissuto pericolosamente il  2016 e siamo allo stremo delle forze. C’è bisogno di un ultimo sprint per arrivare al trentuno/dodici/duemiladiciassette. Ancora infinite sfide e vicissitudini. Un concentrato di storie e cabaret esilarantesi alternano  musica inedita e canzoni popolari interpretate  dalla bella e brava Giulia Pratelli Giovane cantautrice toscana apprezzata da artisti come Fiorello, E.Ruggeri, Grazia Di Michele. Piccola ciliegina sulla torta per una serata felice in compagnia di ottimi artisti. 25 euro adulti – 15 euro bambini. Cena presso la Locanda del Boccio 30 euro (Prime Volte)

Venerdì 6 gennaio ore 21.30 - Grazia Di Michele e Platinette in Io no so mai chi sono. Con Grazia Di Michele: voce, chitarra; Platinette: voce; Fabiano Lelli: chitarre; Andy Bartolucci: batteria e percussioni; Francesco Puglisi: contrabbasso; Daniela Iezzi: Cori. Non hanno bisogno di presentazioni: Grazia Di Michele cantautrice popolare e sofisticata al tempo stesso e Platinette la Drag Queen più dirompente e conosciuta d’italiache condivideranno il palco per il nuovo spettacolo Io no so mai chi sono, titolo è ripreso dall’inciso di “Io sono una finestra”, il brano che gli stessi artisti hanno presentato al Festival di Sanremo del 2015, aggiudicandosi il premio Lunezia per il miglior testo e il premio Le cento radio per la migliore interpretazione. Se il brano sanremese era una sfida al pregiudizio, che spesso rischia di non far comprendere la bellezza dell’essere umano, con Io no so mai chi sono Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi, con ironia e dolcezza, fanno un ulteriore passo nel complesso mondo della psiche. Tra parole e musica portano in scena il tema dell’identità a partire dalla sua manifestazione più eclatante: la sua perdita. Canzoni e monologhi, duetti e dialoghi compongono la struttura su cui fioriscono momenti esilaranti e di grande poesia. Uno spettacolo fatto di impegno sociale e tanto divertimento, follia e autoironia. Lo spettacolo ha debuttato a Roma al teatro Lo Spazio il 2 maggio 2016 registrando tre sold out e convincendo pubblico e critica. 15 euro intero - 13 euro ridotto

Domenica 8 gennaio ore 17 - Ruinart presenta Ernest e Celestine, di e con Gaetano Carducci. Liberamente tratta dal racconto di Daniel Pennac. (Teatro d’attore e pupazzi animati). Ernest e Celestine, un orso e una topolina. Pensate che possano mai diventare amici? Gli orsi, come gli uomini, non sopportano i topi, non terrebbero mai un topo in casa... ogni genere di animale, cani, gatti, conigli, serpenti, criceti....ma un topo no...giammai...e i topi, d’altra parte, come i bambini, sono terrorizzati dal Grande Orso Cattivo, che quando è affamato mangia di tutto... bambini...e naturalmente anche i topi...in un sol boccone...senza nemmeno liberarli dei vestiti...E dunque, orsi e topi vivono in due mondi separati,  e se capita che si incontrino succede il finimondo. E’ così da sempre, e le cose non si possono cambiare …. ma siamo proprio sicuri che le cose non possano mai cambiare?...Una meravilgiosa storia che è un inno all’amicizia e un monito contro pregiudizi  xenofobi ed  intolleranza. Spettacolo per pubblico misto a partire dai 3 anni. 6 euro adulti – 4 euro bambini (Bambini 1-99)

Lunedì 9 gennaio ore 21.30 - Guascone Teatro presenta Dark Blue Monday con gli artisti di Guascone Teatro e molti ospiti speciali. Si, abbiamo sempre festeggiato giorni felici: fine anno, San Valentino, solstizio di primavera. No questo anno si cambia un po'! Vogliamo festeggiare in ottima compagnia il giorno più triste dell'anno, l'ormai famosissimo (sulle sponde atlantiche) Blue Monday, vogliamo farne una tradizione speciale del Teatro delle Sfide. Perchè stupirsi? Il 14 novembre è la giornata mondiale dei sottaceti, il 24 aprile è la giornata mondiale contro le diete ....dunque, nel 2005 lo psicologo dell'università di Cardiff, Cliff Arnall ha creato un'equazione matematica  che mette in relazione meteo, debiti, calo motivazionale, scorie di cibi indigesti, necessità di darsi da fare nel nuovo anno. Premesso che a questo signore non affiderei troppa fiducia, la formula  battezza inequivocabilmente come oggi 1° lunedi dopo le feste natalizie il Blue Monday 2017. Dunque non vorrete passarlo a casa sul divano a vedere la Tv. Qui trovate, musica, risate, buffonerie, erotismo e sagacia a dosi elevate. Uno spettacolo fatto da una decina di artisti con perle e perline di ogni tipo. Forza la mezzanotte arriva presto. Celebriamo la tristezza e coccoliamola un pochettino che oggi è il suo compleanno. P.s. Il signor psicologo era sponsorizzato da una agenzia di viaggi, la sky-travel che lamentava la mancanza di ricorrenze in gennaio (Prime Volte). Biglietto unico 8 euro

Sabato 14 gennaio ore 21.30 - Walter Leonardi in Dio Mercato di e con Walter Leonardi. Un monologo, un concerto, uno spettacolo, uno sfogo di e con Walter Leonardi. Parole, musica, letture, storie comiche, graffianti, poetiche, tragiche, per raccontare l’Uomo contemporaneo. Il mercato, il più importante valore rimasto dopo la morte delle ideologie novecentesche (dal marxismo al capitalismo) va in scena, poiché tutto è Mercato: la Sinistra, la Destra, la politica, i sentimenti, il sesso, la salute, il pensiero, l’anima. Il Mercato è la non ideologia- che si è fatta ideologia. Ma una speranza c’è: le cose che non si possono comprare. E c’è la poesia per cantarle e gridarle. Walter Leonardi comico milanese atipico ed originale, volto ormai noto al nostro pubblico per i suoi spettacoli di Teatro-canzone e diventato popolare con gli sketch del terzo segreto di satira - poeta, menestrello e trovatore - qui ci presenta una collezione di brani tanto tragici da diventare comici, tanto tristi da apparire allegri per un approfondimento sociale che sa di leggerezza. 10 euro intero – 8 euro ridotto (Comici da 5 lustri)

Domenica 15 gennaio ore 17 - Omis in Magic show di e con Omis. Omis, tragicamente comico,  non ha quasi nulla di quello che immaginiamo abbiano i maghi, lascia solo il cappello, non un cilindro ma una bombetta! E lascia anche la giacca che altrimenti non saprebbe quando indossare. ”Il mago c’è, ma non si vede”.  E così con il suo modo di fare apparentemente strampalato ed impertinente, con la sua  magia ridotta all’ossa ci conduce in mondo di magnifici  inganni  ed ogni gioco diventa un sogno che ci abbaglia, ci stupisce e ci fa rimanere a bocca aperta con il naso all’insù ubriachi  di illusioni e di risate. 6 euro adulti – 4 euro bambini (Bambini 1-99)

Domenica 22 gennaio ore 17 e ore 21.30 (doppia replica) - La brigata dei Dottori in La gita premio. Libecciata di risate in tre spifferi di Giancarlo Peluso. Con Giancarlo Peluso; Antonio Masoni; Atos Davini; Valter Meocci; Leonardo Begliomini; Alfonso Nardella; Valdo Mori; Marco Geri. Goliardia e risate in vernacolo pisano. La brigata dei dottori sono un nostro vezzo, ormai da alcuni anni sono presenti nelle nostre stagioni come un fiore all’occhiello. Custodi e portatori della cultura popolare toscana e in particolar modo Pisana, nelle loro commedie i personaggi (tutti interpretati da uomini) sono sempre gli stessi, come nella commedia dell’arte, e a questi personaggi il pubblico si affeziona, imparandoli a conoscerne i vizi e le virtù. La gita Premio Commedia comicovernacolare in tre atti di Giancarlo Peluso parla del "Il condizionamento dell´uomo moderno nella moderna società dei consumi ..."Una famiglia di stampo popolare composta dalla sora Cesira, dal marito di questa, Arturo, dalla loro figlia Marisa e dal marito Umbertino, dal fratello di Cesira, Otello, sempre con il fiasco di vino a portata di mano, aiutati nel bene e nel male dall´amica di casa, tutta scema, sora Colomba e da suo marito Anacleto, tirchio incallito, si sono prefissi di vincere una vacanza premio con l´accumulo dei punti di un supermercato. Ottenuto lo scopo, partono per una località Adriatica e, trovandosi in mezzo a gente di diversa estrazione sociale e culturale, ne nascono delle belle, specialmente con Gilberto, un maitre d´hotel dalla parlantina ricercata che mette tutti in soggezione. Il marito di Marisa, Umbertino si infatua di una bagnante e fugge con lei, mentre Otello, in una delle sue molteplici sbronze cade in mare dagli scogli. Tornata a Pisa, la famiglia si trova di nuovo con gli stessi guai e pensieri di quando era partita. Il finale lo scoprirà e lo assaporerà lo spettatore. 12 euro intero – 10 euro ridotto (Comici da 5 lustri)

Sabato 28 gennaio ore 21.30 - Teatro C’art presenta Casa de Tábua. Di e con André Casaca e Irene Michailidis. Assistente alla regia Teresa Bruno e Stefano Marzuoli. Musiche di ÉrikSatie. Pianoforte, chitarra e rumori di scena Irene Michailidis. Scenografie Rossella Geraldi. Oggetti di scena Marie Eve De Paoli. “Chi avrebbe mai detto che quella casa potesse andare cosi lontano. In una giornata iniziata come quella di ieri, non ci si poteva aspettare tanto. La cosa certa è che un’incontro importante arriva dopo un lungo viaggio e così è stato”. Casa de Tábua  è la storia di un  incontro tra due mondi :  Lui con la sua casa viaggiante, lei con la sua casa sonora. Lui con il suo silenzio impacciato e morbido, lei con le sue abitudini precise e ritmiche. Il loro incontro davanti allo sguardo del pubblico li rende ancora più assurdi, più fragili a tal punto che i martelli ballano per loro. Vedersi dalla terrazza ma non riuscire a trovarsi davanti alla porta, pulire casa, sognare, far colazione, darsi appuntamento sotto un lampione sopra una sedia e salutarsi. Casa de Tábua è un incontro inaspettato tra suono e gesto che rivela il lato comico dell’uomo nel quotidiano. Casa de Tábua è un luogo immaginario ma per noi così reale, che se un giorno riprendessimo quel viaggio lo vorremo portare appresso proprio come le nostre case. AndrèCasaca Nasce in Brasile, dal ’95 vive in Italia Casaca ed é uno dei maggiori professionisti del teatro corporeo e clown sul territorio. Quindici ani fa fonda un importante centro di ricerca teatrale C’ART . Allo scorso anno risale l’incontro con l’attrice e musicista Italo greca Irene Michailidis. 10 euro intero – 8 euro ridotto – 4 bambini  (Comcità& storie)

Sabato 4 febbraio ore 21.30 - Accademia della chitarra presenta Le arie di Rossini serataspeciale dedicata a Rossini. Dirige M° Giovanni Sbolci. Ensemble cameristico dell'accademia della chitarra Giovanni Sbolci, voce narrante. Glenda Poggianti, pianoforte ; Luigi Nannetti, flauto; Roberto Cecchetti, violino; Martina Benifei, violoncello; Gloria Pozella (soprano); Salvatore Gaias (Tenore); Katia Tempestini (Mezzo Soprano). Storie, racconti e aneddoti di un genio attraverso episodi della sua vita e  il meglio delle sue Opere. Un incontro con la grande personalità di Rossini, proverbiale la sua ironia e la sua passione per la buona cucina “ Faremo un pranzo splendido, mangeremo un tacchino . Saremo solamente in due. Io e il tacchino”. Un concerto raccontato, una, tante storie attraverso le arie più celebri di uno dei massimi compositori dell'ottocento, introdotte con l'ausilio di immagini e video ed  eseguite dai solisti e ensemble cameristico. 12 euro intero – 10 euro ridotto (1000 strade di musica)

Venerdì 10 e sabato 11 febbraio ore 21.30 - Guascone Teatro presenta L'Uomo Tigre. Di e con Andrea Kaemmerle. Fare teatro è arte molto antica ed ha i suoi Dei, i suoi Demoni , le sue regole  mai svelate. In questa nuovissima produzione di Guascone Teatro si assiste alla rivolta di due “personaggi” che con le 100 repliche dello spettacolo Lisciami avevano fatto ridere e sognare pubblico e critica. Adesso Il babbo ed Oreste pretendono uno spazio tutto loro, hanno deciso di ribellarsi al silenzio nel quale stavano finendo ed ecco che in una notte insonne 2 umanità opposte si confessano in  modo comico e “squassevole”  . Ecco che due eroi del liscio, due pensionati della sagra, due giramondo, due baccagliatori a prescindere dalla preda ; arrivano alla vecchiezza con decisioni opposte.  Kaemmerle che li ha interpretati entrambi per 7 anni ha sentito il dovere di lasciarli vivere e di ascoltarli. Il risultato è sorprendente ed apre una nuova via di scrittura drammaturgica. In una notte potrete sentire sulla pelle le folli conclusioni di chi ha vissuto senza mai tirarsi indietro da vizi , facili  seduzioni e giudizi avventati. Un gioco molto allegro e sarcastico sulla provincia italiana e sull'essere padri con in cuore l'incertezza di un secolo imbarazzante e in pancia il sentimento di essere imbattibili come L'Uomo Tigre. Spettacolo perfetto per figli, padri, zii, mamme, nonni, nipoti e cugini. Altro piccolo passo nella comicità poetica nella tradizione di Guascone Teatro. 10 euro intero – 8 ridotto (comici 5 lustri)

Martedì 14 febbraio ore 21.30 - Scenica Frammenti in R&G - La lacrimosa storia di Romeo e Giulietta. Da William Shakespeare. Di Loris Seghizzi. Con Vincenza Barone, Iris Barone, Gabriella Seghizzi, Walter Barone, Serena Mennichelli, Lori Seghizzi. Musica eseguita dal vivo da Walter Barone.  Regia Loris Seghizzi. La compagnia Scenica Frammenti è un caso ormai unico nel panorama teatrale italiano:  una famiglia teatrale, risalente ai primi anni del 900. Questo spettacolo nasce dalla  rilettura dei testi del repertorio storico della compagnia, e  fa riemergere la parodia di “Romeo e Giulietta” di Franco Seghizzi. Dall’originale parodia nasce questa versione che è  una sorta di musical, o commedia musicale per dirla in italiano. Ad arricchire la scena sono state affiancate al testo di Shakespeare le suggestioni delle grandi storie d’amore del grande schermo: da “Biancaneve” a “Jesus Christ Superstar”, da “Love Story” a “Cenerentola”, dalla “Traviata” a “James Bond”, da “Madame Butterfly” a “West Side Story”.  Durante il musical, gli attori non interpretano solo i personaggi del dramma Shakesperiano, ma sono anche cantanti e danzatori e  interpretano più ruoli; Giulietta appare come Biancaneve, come Spice Girl; Frate Lorenzo come Mago Merlino o come il fedele servo del dottor Frankenstein…Il musical “R&G-Romeo e Giulietta”, è  un viaggio attraverso uno spettacolare susseguirsi di immagini, colori e suoni che si intrecciano alla prosa in un esilarante evento dal sapore di avanspettacolo. 10 euro intero – 8 euro ridotto (Comicità & storie). Cena di San Valentino presso la Locanda del Boccio a 25 euro

Sabato 25 febbraio ore 21.30 - Spazio Teatrale Allincontro Gobbo a Mattoni (Soliloquio a 2 voci per cinquant’anni di cultura popolare). Di Riccardo Goretti. Con Riccardo Goretti e Massimo Bonechi; regia Massimo Bonechi. Riccardo Goretti è Arci-noto al nostro pubblico per le collaborazioni con Andrea Kaemmerle ma lo abbiamo conosciuto anche nei suoi  lavori, come “Annunziata detta Nancy”, caratterizzati da una vena di poesia e ironia corrosiva. questo nuovissimo lavoro va in questa direzione e ci presenta una galleria di personaggi da bar restituendoci un po’ di quel  folklore di paese ormai in estinzione,  di cui siamo tanto nostalgici. Goretti, detto in paese “Sindachino”, è fermo al suo tavolo da briscola, al circolino, ad aspettare i suoi compagni di sempre: “Krusciovve”, il suo compare storico, due volte sindaco del paese (e a questo, per la loro assidua frequentazione, deve il suo soprannome Goretti), passato da PCI a PDS a DS a PD a NONVOTANTE; “Dumenuti”, che da ragazzo faceva l’attore nel teatro e da vecchio s’è rovinato col videopoker e “La Madonnina”, Marigia Martinelli, che pare una madonnina in effetti, ma bestemmia come un camionista. Ma stasera nella sala delle carte non viene nessuno. Perchè domani il circolino, dopo 50 anni esatti d’onorata carriera, chiuderà per sempre. Son tutti di là, a festeggiare, a dare l’addio a quelle sale ingiallite dal tempo e dalle sigarette. Il Sindachino non s’arrende, aspetta e racconta. Racconta di sé (poco) e degli altri (tanto) e di cosa è accaduto in 50 anni dentro al circolino. (Comicità & storie). 10 euro intero – 8 ridotto

Domenica 5 marzo ore 17 - Terzo studio presenta Le penne dell'Orco. Di e con Italo Pecoretti. Liberamente tratto dall’omonimo racconto presente nella Raccolta “fiabe italiane” di Italo Calvino. Una principessa rapita, un Re ammalato e soltanto le miracolose penne dell’orco in grado di salvarlo. Per fortuna un coraggioso giovane affronterà ogni ostacolo per salvare il Re, e con l’aiuto di un frate pazzerello, un Conte ed una simpatica talpa, ritroverà la sua innamorata, mandando in malora i piani malvagi del diavolo che come è risaputo, nulla può contro il vero amore! Un tuffo nella fiaba italiana rivista con gli occhi e il cuore dei burattini di Italo Pecoretti, buffi, divertenti, e poetici, che si esibiscono nella bellissima la baracca a forma di prua di nave, impossibile non appassionarsi alle loro avventure. A fine spettacolo Italo farà conoscere personalmente ad ogni bambino i suoi bellissimi burattini. (Bambini 1-99). 6 euro adulti – 4 euro bambini

Sabato 11 marzo ore 21.30 - Teatro dell’Istante e ACTI Teatri Indipendenti presentano Se ci sei batti un colpo. Di Letizia Russo. Con Fabio Mascagni. Regia di Laura Curino. Un solo attore, molti personaggi, una storia surreale e tragicomica per indagare, attraverso la vita di un giovane uomo che ha tutto ciò che gli serve, tranne il cuore, un tema caro a chiunque abbia mai avuto il dubbio se davvero valga o no la pena vivere. Ma la domanda del personaggio e la sua straordinaria esistenza di senza cuore sono anche una lente per osservare, con ironia politicamente scorretta e poesia, tutto ciò che fa della vita il regno della meraviglia e della noia, della normalità e della follia, del desiderio e dell'incomprensione: dalle relazioni famigliari a quelle sentimentali, dall'amicizia al lavoro, dalla visione spirituale a quella scientifica, dalle domande dei bambini ai dubbi degli adulti. A cosa serve vivere, se non hai il cuore? “Uno spettacolo a tratti geniale, oltremodo divertente, oltremodo intelligente. Oltremodo consigliato.”  Marcello Affuso (Comicità & storie). 10 euro intero – 8 ridotto

Domenica 12 marzo ore 17 - Terzo studio presenta L'angelo e il diavolo. Farsa tragicomica per burattini a guanto e contastorie. Attore/Animatore Alessandro Gigli, Scenografia e oggetti scenici: Baracca di Massimo Galletti, Burattini di Roberto Ciani e Letizia Fiorini, Burattini a tavoletta di Paolo Valenti, Ghironda di Silvio Orlandi, Telo illustrato e pedana di Gianni Calosi e Fulvio Ferrari. L'amore di Beppina e Bastiano è contrastato dal perfido Rodrigo, signorotto del luogo, che non esiterà a fare un patto con il Diavolo pur di realizzare i suoi scopi. La commedia si sviluppa con grande ritmo attraverso i canoni classici della farsa per burattini: ci sono le bastonate, le gag, i buoni e i cattivi, e per quanto esista una trama e una drammaturgia, lo spettacolo resta agile e dinamico, mantenendo così quella capacità di far entusiasmare e coinvolgere il pubblico di grandi e bambini. Nel prologo che precede lo spettacolo il suono acre della ghironda accompagna la danza del Diavolo e dell’Angelo, per dare poi spazio al contastorie della “Capra Margolla”, una capra al servizio del diavolo che cerca come sempre di conquistare  un’anima. Alessandro Gigli è uno dei massimi interpreti italiani del teatro per l’infanzia, autore di oltre 50 libri per ragazzi, direttore artistico di Mercantia. 6 euro adulti – 4 euro bambini (Bambini 1-99)

Venerdì 17 marzo ore 21.30 - I Sacchi di sabbia presentano Dialoghi degli Dei. Uno spettacolo di Massimiliano Civica e I Sacchi di Sabbia. Con Gabriele Carli, Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri, Enzo Illiano, Giulia Solano. Produzione Compagnia Lombardi-Tiezzi in co-produzione con I Sacchi di Sabbia e il sostegno della regione toscana. Per la prima volta insieme I sacchi di Sabbia con Massimiliano Civica, due delle più grandi realtà del teatro contemporaneo italiano  si confrontano con I Dialoghi degli Dei di Luciano, un divertissement squisitamente letterario, che attinge dal patrimonio della mitologia, per offrire un affresco originale, ironico e sorprendentemente quotidiano della cosmogonia classica. Gli scontri “familiari” tra Zeus e Era, le continue lagnanze per le malefatte di Eros, i pettegolezzi tra Dioniso, Ermes ed Apollo resistono alla sfida del tempo, continuando a farci sorridere, ergendosi anzi a modello di molti meccanismi  che animano la commedia moderna. 10 euro intero – 8 ridotto

Domenica 19 marzo ore 17 - Nata Teatro presenta Acqua Matta. Di e con Cinzia Corazzesi. Musiche e canzoni originali di Lorenzo Bachini. Con qualche giorno di anticipo rispetto alla giornata mondiale dell’acqua (22 marzo), vogliamo ricordare a tutto il nostro pubblico di piccoli spettatori quanto sia importante questo elemento che spesso diamo per scontato, e  lo facciamo in modo divertente e scanzonato facendolo dire ai bellissimi burattini di Nata teatro che con la loro comicità,  satira, ironia e con le immancabili gag e bastonate ci parlano dell’uso, dell’abuso, dell’inquinamento e del valore infinito e pericoloso che questo bene può avere, soprattutto quando non c’è. Tribolino, eroe e antieroe, ha combinato un guaio: ha consumato tutta l’acqua del paese di Acqua Matta per lavare il suo amico Tirapuzze. Per questo subisce la collera della moglie Ira Sonante che lo obbliga ad andare in cerca dell’acqua. Tribolino parte all’avventura e ne combina di tutti i colori. Non ci dimentichiamo che oggi è anche la festa del papà e la festeggeremo  a fine spettacolo con il coro dei bambini “Voci vivaci” diretto dalla Maestra Annalisa Artiggiani, dell’associazione culturale Orizzonti di Studio, che questo pomeriggio ci offre anche “La merenda come si faceva una volta”. E per ogni bambino un piccolo omaggio che ci ricordi “quanto è buona l’acqua!”. 6 euro adulti – 4 euro bambini (Bambini 1-99)

Venerdì 31 marzo ore 21.30 - ACTI Teatri Indipendenti presenta Piccola società disoccupata. Testi di Rémi De Vos; traduzione di Luca Scarlini; con Ture Magro, Barbara Mazzi, Beppe Rosso; regia e drammaturgia di Beppe Rosso; scene e luci di Lucio Diana; movimento di Ornella Balestra; assistenti alla regia Valeria Tardivo, Federica Alloro; tecnico di compagnia Eleonora Diana. Lo spettacolo affronta la tematica del Lavoro  (o meglio della sua mancanza)  nella società contemporanea. Tre attori di diversa generazione formano una “piccola società disoccupata” interpretando vari ruoli in un gioco cinico ed esilarante; sono personaggi che si dibattono in una lotta senza esclusione di colpi per conservare o trovare lavoro, una lotta del tutti contro tutti, in cui non mancano slanci d’amore, ingenuità e momenti di grande illusione, che porteranno ad esigenze tragicomiche. Il testo è di Rémi De Vos, autore francese, tra i maggiori degli ultimi decenni. Beppe Rosso è una figura storica del Laboratorio Teatro Settimo, fonda ACTI nel ’97 per divulgare un teatro che indaga l’uomo e la società contemporanea con le rispettive complessità e contraddizioni. 10 euro intero – 8 ridotto (Comicità & storie)

Sabato 1 e domenica 2 aprile ore 21.30 - Guascone Teatro presenta Romeo e Giulietta stanno bene! Amore contro tempo. Di Andrea Kaemmerle. Con Andrea Kaemmerle, Anna Di Maggio, Silvia Rubes. Podotto con il contributo della regione Toscana. Nuovissima produzione di Guascone Teatro al debutto assoluto. Da una vecchia idea di Kaemmerle nasce questo spettacolo con la complicità si Anna Di Maggio  e Silvia Rubes . Una creazione a tre teste e molti cuori. Romeo e Giulietta stanno bene, non sono morti, anzi hanno dovuto vivere per tantissimi anni affrontando tutte le difficoltà quotidiane  dovute a convivenza, lavoro, vecchiaia e modernità. Lo spettacolo è molto divertente e ricorda (quasi citandoli) molti capolavori del teatro del 900, da “Giorni Felici” a “Rumori fuori scena” . Romeo e Giulietta non sono morti giovanissimi come le rock star anni 70, ma puntano felpatamente alla pensione ed ad un sano oziare per riguardare le vecchie foto. Il testo è un omaggio dolcissimo all'amore lento, quello che dura , quello che sa trasformarsi da passione in esperienza. L'amore dei nostri nonni, l'amore dei resistenti. Il caustico dio del teatro ha poi deciso che i 2 eroi veronesi lavorano come animatori nei banchetti matrimoniali con ospiti ben poco raffinati... I tre artisti si muovono da più di 25 anni in modo indipendente e molto personale, si tratta di tre onesti e talentuosi cercatori di bellezza. Una prima nazionale sotto casa non si può mancare. 10 euro intero – 8 ridotto (Comicità & storie)

Sabato 8 aprile ore 21.30 - Cinzia Leone in Mamma sei sempre nei miei pensieri. Spostati! Scritto da Cinzia Leone e Fabio Mureddu con la partecipazione di Federica Lugli. Regia di Fabio Mureddu. Non tutti sanno che il distacco dal cordone ombelicale è un problema preistorico irrisolto. Cinzia Leone ha pensato di spiegarlo nel suo nuovo spettacolo dove l’attrice viene interrotta costantemente dalla madre che la chiama al telefono nel bel mezzo del suo monologo. Protagonista di tanti spettacoli televisivi, storiche le sue gag nella Tv delle ragazze, ma ce la ricordiamo anche in  Avanzi, Tunnel  e in molti film e fiction ,  un’attrice comica d’eccezione, Cinzia Leone ironica, istrionica, camaleontica capace di interpretare le donne della nostra attualità, di vedere la vita e la società con ironia intelligente e pungente grazie alla capacità di saper far ridere e riflettere contemporaneamente. 15 euro intero – 13 euro ridotto (Comici da 5 lustri)

Venerdì 21 aprile ore 21.30 - Tommaso Novi presenta il nuovo disco Se mi compri rollo io. Con Tommaso Novi e la sua band. Ecco una prima volta. Questo teatro ha avuto l'onore di ospitare Tommaso Novi moltissime volte, sia con la formazione I Gatti Mézzi che nelle produzioni di Guascone (Lisciami e Marinati 43). Oggi porta in scena uno spettacolo concerto per presentare il suo primo esperimento da solista. Rimangono la grande energia di Tommaso, grande divoratore di palcoscenici, rimane la sua bravura di cantante pianista, rimane la sua ironia e la sua capacità di scrivere grandi pezzi. Tutto il resto è un nuovo, affascinante e coinvolgente progetto. Siamo lietissimi che il Teatro delle Sfide possa essere testimone e complice di questa nuova avventura di Tommaso & friends sicuri che ancora per  una notte ci porterà lontano.  (Prime volte). 10 euro intero – 8 ridotto

Sabato 29 aprile ore 21.30 - La macchina del Tuono in I due corsari. Un omaggio a Gaber e Jannacci. Fabrizio Checcacci: narratore e voce, Fabio Fantini: narratore e voce, Giacomo Ferrari: tastiera. I due Corsari… ovvero la storia di un’amicizia tra i giovanissimi Enzo Jannacci e Giorgio Gaber che nel 1958, dopo la collaborazione con Adriano Celentano, decidono di formare un duo canoro. Gaber ha già un contratto con la Dischi Ricordi, ed è appunto per la neonata etichetta milanese che i due andranno a incidere insieme. Il genere preminente dei loro pezzi è il nascente rock'n'roll, tranne qualche eccezione più melodica, come Il cane e la stella.  Ciò che accomuna, però, tutte le canzoni del loro repertorio sono i testi, sempre umoristici e a volte antesignani del rock demenziale (ad esempio Una fetta di limone, forse il loro brano più noto, con cui partecipano alla Sei giorni della canzone). Nel 1960 il duo si scioglie, principalmente per l'affermarsi di Gaber come solista, e anche Jannacci intraprende a sua volta la carriera di cantautore, ma la loro amicizia non ne risente. Continueranno a vedersi ma a lavorare a distanza, con qualche sporadica ma bellissima collaborazione come “Aspettando Godot”. Un breve, ma significativo momento della storia della canzone italiana. 10 euro intero – 8 ridotto (1000 strade di musica)

Sabato 6 maggio ore 21.30 - Cantautori Doc 3.0 Serata dedicata a Pierangelo Bertoli. Serata canzonatoria alla ricerca di cantautori seminascosti. Guida e presenta  la serata Francesco Bottai. Dopo la splendida serata dello scorso anno, prosegue l'avventura alla ricerca di nuovi cantautori, novelli acrobati del sentire umano e compositori per accompagnare primi baci, carezze e lacrime in tempi di brividi emozionali. Lo dobbiamo fare, i miti degli anni 60/70/80 stanno passando a miglior vita  e la vita non ha alcun senso se  nessuno fotografa in parole e musica il nostro sobbalzare di cuori. Francesco Bottai (notissimo a tutti per essere stato molte volte in questo teatro con Kaemmerle, Migone ed ovviamente con il suo duo Gatti Mezzi) , ci introdurrà con allegria in un percorso nel quale ascolteremo dal vivo 4 professionisti D.O.C , dalla voce calda e lo scrivere arguto e sottile. Per una sera vi sentirete  un po' in un “localino” dei Navigli milanesi , un po'   nelle trattorie di Trastevere ed un po' nelle osterie fuori porta di Bologna. 10 euro intero – 8 ridotto

Sabato 13 maggio ore 21.30Fupete e  Eva & il  Lupo presentano Ad Infinitum. Eva Malacarne, voce, percussioni, rainstick Andrea Lupi, voce, chitarre, basso. Daniele Tabellini, disegno Erika Gabbani, animazione. Ad Infinitum è un concerto audio-visivo che fonde in un unico spettacolo dal vivo disegno e musica. Durante lo spettacolo si mescolano disegni digitali, animazioni e scenografie fantastiche, realizzate interamente dal vivo dal duo d’arte Fupete, con i testi, la presenza scenica, le voci e le musiche dal vivo del progetto Eva & il Lupo. Il concerto è dunque un continuo dialogo creativo tra quattro artisti toscani sulla linea di confine tra  disegno e musica: un incontro viscerale più che razionale tra sonorità  e arte visiva, con una contaminazione che diventa sogno. 10 intero; 8 ridotto

Sabato 27 maggio ore 21.30 -  Comici senza frontiere. Serata speciale con  con Katia Beni, Anna Meacci e gli allievi del laboratorio di comicità. Un viaggio nel comico attraverso tutte le sue sfumature, una carrellata di personaggi e un fluire di storie, la sfida di analizzare il comico in tutte le sue forme: ridere, sorridere, riflettere… Un’occasione per conoscere i suoi meccanismi. Sulla scena brani inediti, scritti, elaborati e interpretati dagli allievi del corso, sostenuti ed ispirati da Katia Beni e Anna Meacci. Biglietto unico 8 euro

Accade in città

Le Notti dei Cavalieri

dal 23/05/2017 al 18/06/2017
21 appuntamenti serali nella piazza delle 7 vie

Pitture senza casa

il 24/05/2017
La difficoltà di vivere ai margini nelle opere di Salvatore Sferrazza

Danteprima

dal 25/05/2017 al 28/05/2017
Quattro giorni di incontri, mostre, installazioni ed eventi

Shakespeare and Co

dal 24/05/2017 al 31/05/2017
Cosa succede quando al Bardo manca l'ispirazione?

Ultime notizie da...