Ultimo aggiornamento: 21-09-2017 - 16:45
Lunedì 25 Settembre 2017

Le 'orna

Commedia in vernacolo pisano con La Brigata dei Dottori

Pisa - il 24/03/2017

Venerdì 24 marzo alle ore 21, presso il Cinema Teatro Nuovo, la Brigata dei Dottori porterà in scena la divertente commedia in vernacolo pisano "Le 'orna".

Cos'è la Brigata? La Brigata è una matura signora, divertente e divertita, abbastanza soddisfatta ma non ancora del tutto appagata. Nacque nei lontani anni venti, durante l'epopea goliardica dell'Università di Pisa, dalle costole del Crocchio Goliardi Spensierati. Erano anni quelli dove al teatro ci si andava davvero e ci si divertiva, d'altronde non c'era molto altro. Il Cinema era ancora muto, la radio gracchiava appena e la televisione, per fortuna, era lontana a venire. In un primo momento la compagnia era formata appunto da studenti universitari, il repertorio era basato su parodie di opere celebri, poi, piano piano, dapprima sotto l'egida del capocomico Giulio Pinori e con l'apporto artistico del grande Aldo Podestà e di numerosi attori che si sono avvicendati sui palcoscenici di tutta Italia, subì cambiamenti ed evoluzioni, fino a diventare, nella seconda metà degli anni settanta, quella che tutti conosciamo.

"Le ‘orna": due riprese scoppiettanti di Giancarlo Peluso. Il problema della casa e il miraggio di soldi facili col gioco possono generare equivoci. La solita scena, i soliti personaggi tanto cari al Peluso: la famiglia di Cesira, con il marito Arturo, il fratello Otello amante del dio Bacco, la figlia Marisa, il genero Umbertino appassionato di corse di cavalli e non insensibile alla possibilità di avventure extraconiugali, l'amica Colomba impicciona e un po' scema, il vicino di casa Telemaco, vecchietto con la manìa dei proverbi con Gloria la figlia adolescente e finta ingenua e Onofrio, il padrone di casa. Questa volta Cesira è alle prese col padrone di casa che vuole intimare lo sfratto a tutto il casamento essendo intenzionato a destinare l'immobile ad altra attività. Marisa, angosciata ne parla con Arturo e poi col marito Umbertino seduta sul divano nella semioscurità. Otello rientrando alticcio, equivoca ambedue gli atteggiamenti e ne parla a Cesira, dicendo che Marisa era sul divano con Onofrio. Cesira, per non gettare fango sulla figlia, si addossa la colpa del presunto adulterio. Otello corre subito a informare Arturo che si precipita in casa e fa una tremenda scenata alla moglie. Naturalmente tutto poi si chiarisce, anche la faccenda dello sfratto e la cosa si risolverà, come si dice "a ballotte e vin novello" tra battute, situazioni comiche e parodie che faranno trascorrere due ore di piacevole relax allo spettatore alleggerendolo dai pensieri e i problemi che quotidianamente lo affliggono, ed è questo l'obiettivo che l'autore e la compagnia vogliono raggiungere.

Gli attori: Leonardo Begliomini, Antonio Masoni, Atos Davini, Valter Meocci, Marco Geri, Giampaolo Gini, Fabio Grassini, Alfonso Nardella, Valdo Mori. Prezzo unico del biglietto: € 10. Prevendita: cell. 347-3661211

Accade in città

Anima Mundi

dal 14/09/2017 al 06/10/2017
Rassegna Internazionale di Musica Sacra

Dialoghi mediterranei nell'anno della ceramica

dal 22/09/2017 al 27/02/2018
Ciclo di eventi su Pisa, il Mediterraneo e la ceramica

As light through fog

dal 14/07/2017 al 15/10/2017
L'installazione di Richard Nonas alla Chiesa della Spina

Anna Magnani, la biografia in fumetto

dal 21/09/2017 al 01/10/2017
Presentazione, mostra con le tavole e proiezione de “La rosa tatuata”

Ultime notizie da...