Ultimo aggiornamento: 19-09-2017 - 22:54
Mercoledì 20 Settembre 2017

L'anno della ceramica

Dialoghi mediterranei: al via il nuovo progetto culturale dei Soci Coop Pisa

Pisa - 14/09/2017

È stato presentato, presso la biblioteca del supermercato Coop di Cisanello, il nuovo progetto ideato e realizzato dalla Sezione Soci Coop Pisa, "Dialoghi Mediterranei nell'anno della ceramica - Pisa nel Mediterraneo, scambi commerciali, culturali e scientifici tra oriente e occidente dall'epoca classica all'età moderna". Alla presentazione hanno partecipato Barbara Cappelletti, Presidente della Sezione Soci Coop Pisa, le coordinatrici del Gruppo per le Attività Culturali del Consiglio dei Soci Coop Pisa, Mariagiulia Burresi e Manuela Paschi, e l'assessore alla Cultura Andrea Ferrante. Sono molti gli elementi riconducibili alla cultura islamica ancor oggi presenti in città. Si riconoscono in oggetti monumentali o di medio formato, che si collegano a una storia di scambi commerciali, di guerre, di suggestioni culturali. La Piazza del Duomo è ricca di questi elementi, certificando una adesione della Pisa del tempo alla raffinatezza e originalità della cultura islamica e delle sue tecniche operative, tramandate a loro volta dal mondo egizio e da quello greco-romano: carta, stoffe, manufatti in bronzo e ceramiche. Pisa conserva inoltre molti elementi arabi nella sua edilizia civile e religiosa.

La ceramica fu uno dei principali mezzi con i quali culture diverse si incontrarono a Pisa. Perciò, nell'anno che la Regione Toscana ha dedicato alla ceramica, Mariagiulia Burresi e Manuela Paschi hanno proposto un calendario di eventi incentrato sulla  storia della ceramica. Il progetto da un lato si pone l'obiettivo di ampliare l'impegno culturale rivolto ai soci e ai clienti della cooperativa attraverso la riscoperta del territorio e della sua storia, dall'altro ha l'intento di dare vita a una memoria storica, spesso poco conosciuta o dimenticata, che possa valorizzare Pisa come la prima città che, in Italia, agli inizi del '200 inizia a produrre ceramica invetriata, diventando poi, nel '500, un esportatore in tutta Europa. Il progetto si propone anche di sottolineare l'importanza degli interscambi storico-culturali per la crescita di tutte le civiltà che si affacciano sul Mediterraneo.

Il progetto si svolgerà da settembre 2017 a settembre 2018, assumendo come filo rosso la storia della produzione ceramica pisana e ripercorrendo i rapporti che si instaurarono tra le tradizioni greco-latina, araba e toscana costiera. Vari gli eventi e le attività organizzate: incontri con esperti di vari settori, percorsi guidati in città, visite a musei toscani e stranieri, laboratori di ceramica, visite ad atelier di artisti, attività didattiche con le scuole, presentazioni di libri, cena a tema, concerti, cicli di incontri con presentazione di materiali ceramici, visite al cantiere delle Antiche Navi, visite alle raccolte museali di Pisa, Calcinaia, Montopoli, San Miniato, Montelupo (dove è custodita una importante collezione di ceramiche mediterranee dei secoli XI-XII) e Barcellona, incontri su cibi, musiche e artigianato mediterraneo, visita alle Mura di Lucca. Saranno infine proposti momenti dedicati alla solidarietà sostenendo progetti e attività della Fondazione Il Cuore si Scioglie.

Leggi anche - Il programma completo - L'evento su PisaInforma

La Presidente Cappelletti: «Quello che ci proponiamo di fare è educare i cittadini, la cultura non deve stare in stanze chiuse, ma essere messa a disposizione di tutti per un arricchimento personale». Le coordinatrici Burresi e Paschi: «La cultura è identità e anche socialità. Gli apporti dal mondo islamico sono importanti storicamente, e Pisa è stata sempre in contatto con le altre civiltà del Mediterraneo, inclusa quella araba, in un continuo interscambio culturale. La ceramica è solo un esempio tra i tanti che si potrebbero fare, pensiamo anche alla matematica. Mentre quando la cultura si chiude spesso non va da nessuna parte». L'assessore Ferrante conclude: «Una bella iniziativa. Il Mediterraneo è sempre vissuto di intensi scambi culturali, Pisa ne è un esempio, la ceramica pisana ne è un esempio; c'è un intero anno di iniziative da godersi, è una ottima cosa, utile per conoscere meglio la nostra città e per arricchire tutta la cittadinanza.»  

Gabriel Gabrielli

Accade in città

Anima Mundi

dal 14/09/2017 al 06/10/2017
Rassegna Internazionale di Musica Sacra

Settimana europea della mobilità

dal 16/09/2017 al 22/09/2017
Un calendario di eventi e iniziative dove la bicicletta fa la parte del leone

Il villaggio dello sport

il 22/09/2017
CSI in Tour

Pisa Buskers, Festival delle Arti Pendenti

dal 22/09/2017 al 24/09/2017
La magia degli artisti di strada per le vie del centro di Pisa

Ultime notizie da...